Terremoto. La Federazione delle chiese evangeliche in Italia rilancia la sua sottoscrizione

Nuovo appello del presidente FCEI alle chiese membro e alle agenzie ecumeniche internazionali

0
496

Roma (NEV), 2 novembre 2016 – A seguito delle nuove scosse che il 26 e il 30 ottobre scorsi hanno interessato buona parte dei comuni già colpiti dal sisma del 24 agosto, la Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI) ha deciso di rilanciare la propria raccolta fondi a favore delle popolazioni del Centro Italia. Intervenendo nel corso dell’Assemblea dell’Unione cristiana evangelica battista d’Italia (UCEBI) – riunita a Chianciano Terme nelle stesse ore in cui il più forte sisma mai registrato dai tempi dell’Irpinia flagellava il centro storico di Norcia – il presidente FCEI, pastore Luca Maria Negro, ha lanciato con queste parole un nuovo appello: “Rinnoviamo sin da ora il nostro impegno in un’emergenza che purtroppo si acuisce tornando a chiedere non soltanto alle chiese membro e alle agenzie ecumeniche internazionali, ma a tutti i donatori e le donatrici che nutrono fiducia nell’azione degli evangelici italiani, di partecipare alla nostra sottoscrizione. Il nostro pensiero e la nostra azione – ha concluso il presidente – va e andrà a tutti coloro che insieme alla propria dimora in queste ore hanno perso anche la speranza. A queste persone noi ripetiamo: non sarete lasciate sole”.

La sottoscrizione lanciata dalla FCEI in agosto ha già raccolto circa 120.000 euro. Il gruppo di lavoro nominato dal Consiglio FCEI ha visitato più volte le zone terremotate, incontrando esponenti delle amministrazioni locali e dell’associazionismo. “In particolare – spiega Negro – siamo in contatto con l’amministrazione comunale di Arquata del Tronto (Ascoli Piceno), uno dei paesi più colpiti dal sisma del 24 agosto e anche dalle recenti scosse. Con l’amministrazione stiamo studiando la fattibilità di un progetto di ricostruzione che riguarderà probabilmente la creazione di un piccolo centro sociale all’interno di uno dei nuovi villaggi prefabbricati che sorgeranno vicino alle frazioni distrutte o rese inagibili dal terremoto. Nell’immediato, abbiamo deliberato un intervento a favore della Pro Loco Arquata, un’associazione molto attiva che si sta adoperando per far ripartire la vita sociale del paese attraverso iniziative culturali e aggregative. Abbiamo acquistato un pulmino da 9 posti che sarà donato e consegnato alla Pro Loco nei prossimi giorni. Il gruppo di lavoro della FCEI si sta inoltre attivando per individuare altri progetti da sostenere, anche nelle nuove aree colpite dalle scosse dei giorni scorsi”.

Per inviare donazioni è possibile utilizzare i seguenti conti correnti specificando nella causale “Terremoto Centro Italia”: Unicredit – IBAN: IT26X0200805203000104203419 BIC: UNCRITM1704 Conto corrente postale FCEI n° 38016002 – intestato a: Federazione delle chiese evangeliche in Italia.