“Non in vendita”: il monito della Federazione luterana mondiale

Alla vigilia della XII Assemblea generale della Federazione luterana mondiale che si apre domani in Namibia, la pastora responsabile per le relazioni ecumeniche Anne Burghardt illustra la scelta del motto “Liberati dalla Grazia di Dio” e dei tre sotto-temi

0
431
Alla vigilia della XII Assemblea generale della Federazione luterana mondiale a Windhoek (Namibia) (foto: LWF/Johanan Celine Valeriano)

Roma (NEV), 9 maggio 2017 – Le chiese come insegnano la grazia, come sostengono la giustizia, come contrastano le violazioni della dignità umana? Ma anche: in che modo rispettano l’ambiente, e come parlano del cambiamento climatico? Queste domande saranno al centro dell’attenzione della XII Assemblea generale della Federazione luterana mondiale (FLM), in agenda dal 10 al 16 maggio in Namibia. Lo spiega in un’intervista rilasciata alla Lutheran World Information (LWI) la pastora Anne Burghardt, segretario della FLM per le relazioni ecumeniche, sottolineando le motivazioni che stanno alla base del motto “Liberati dalla Grazia di Dio”, e dei tre sottotitoli scelti per l’appuntamento settennale. Da domani si riuniranno a Windhoek, capitale del paese africano sudoccidentale, 324 delegati di chiese di tutto il mondo, centinaia di ospiti, attirando complessivamente 10mila visitatori. Dall’Italia parteciperà ai lavori Cordelia Vitiello, membro del Concistoro della Chiesa evangelica luterana in Italia (CELI), e candidata al Consiglio della FLM per la regione europea.

L’Assemblea generale quest’anno coincide con il Cinquecentenario della Riforma di Martin Lutero: motivo per cui verrà messa al centro l’attualizzazione della teologia del monaco agostiniano, a cominciare dalla giustificazione per fede. Con il motto, ma anche con la scelta del luogo, cioè l’Africa, la FLM vuole lanciare un messaggio positivo, sottolinea la pastora Burghardt. Un messaggio, che con i tre sottotitoli viene ulteriormente declinato, con lo scopo di dare risposte alle sfide del nostro tempo: “La salvezza non è in vendita”, “L’essere umano non è in vendita”, “Il Creato non è un vendita”. “Temi che possono aiutarci a identificare concetti, atteggiamenti e politiche che persone liberate dalla grazia di Dio rifiutano, perché incompatibili con il Vangelo”, spiega Burghardt.

“L’affermazione ‘non in vendita’ ci dice quanto il mondo di oggi sia determinato da dinamiche economiche – aggiunge la pastora -. ‘La salvezza non è in vendita’ fa riferimento diretto alla dottrina della giustificazione: la salvezza è un dono gratuito di Dio. Vuole esprimere una critica a pratiche e concetti contemporanei che utilizzano la salvezza come una merce in un ‘mercato delle religioni’. Tra le altre cose si tratta di riflettere sulle distorsioni ideologiche della fede”.

Stesso approccio sul fronte dei diritti e della dignità umana: il sotto-tema “L’essere umano non è in vendita” sottolinea come “ogni individuo sia unico e creato all’immagine di Dio, e deve per questo essere rispettato nella sua dignità ed integrità – spiega Burghardt -. In questo senso ci occuperemo di questioni di rilevanza sociale come, ad esempio, le politiche economiche che creano povertà, corruzione e non-inclusione, oppure il traffico di esseri umani. Altri temi saranno il lavoro e la disoccupazione in un’economia neoliberista globale, forme di lavoro forzato, e naturalmente i rifugiati e migranti”.

Il terzo tema, quello della salvaguardia del Creato, è anch’esso teologicamente connotato: “La natura va totalmente rispettata e protetta, perché è la Creazione di Dio, affidata alla cura degli esseri umani. Non può pertanto essere soggetta alla dominazione dell’uomo, né possono le sue risorse essere sfruttate come merci. Parleremo anche di cambiamento climatico e giustizia climatica quali tematiche tipicamente internazionali, intergenerazionali e di giustizia sociale”.

Ad aprire i lavori della XII Assemblea generale della FLM sarà domani il ginecologo congolese Denis Mukwege, attivista per i diritti umani meglio conosciuto come “l’uomo che ripara le donne”.

Per seguire i lavori dell’Assemblea:

La rubrica televisiva “Protestantesimo” di RAIDUE a cura della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), in occasione del Cinquecentenario della Riforma protestante all’inizio dell’anno ha dedicato un’intera trasmissione proprio a questi temi dal titolo: “Not for sale – non è in vendita”, con cui riflettere sull’attualizzazione del pensiero di Martin Lutero. Per rivederla clicca qui.