A Torino, Johann Sebastian Bach su un organo bachiano

L’esecuzione dell'opera integrale di Johann Sebastian Bach, il “musicista teologo”, si conclude alla chiesa valdese di Torino, venerdì 16 giugno con l’ultimo concerto della stagione

0
578

Roma (NEV), 15 giugno 2017 – Musica al Tempio valdese di corso Vittorio Emanuele a Torino, dove la chiesa valdese ha organizzato, nell’ambito delle manifestazioni per il Cinquecentenario della Riforma protestante, una prima stagione di concerti per organo con l’esecuzione dell’opera integrale di Johann Sebastian Bach.

J. S. Bach

Bach è il “musicista teologo”, come lo ha definito un libro del giurista e musicologo Gianni Long edito da Claudiana nel 1997, lo stesso anno di inaugurazione dell’organo positivo armonizzato secondo lo stile bachiano (unico esemplare nel capoluogo piemontese), dai maestri d’arte organaria Pinchi di Foligno. Il nuovo organo affianca il grande organo a muro realizzato a inizio Novecento da Vegezzi-Bossi, ed è dotato di due tastiere di 54 note, una pedaliera di 30 note a 16 registri, 954 canne con meccanica sospesa per le tastiere.

All’organo barocco, recentemente restaurato e ampliato, l’organista Gianluca Cagnani. Ingresso a pagamento con prevendita biglietti presso la Libreria Claudiana di Torino, via Principe Tommaso 1; tel. 011.6692458. L’appuntamento è per venerdì 16 giugno, alle 20.45.