Ero Straniero. La FCEI aderisce alla Campagna

La Federazione delle chiese evangeliche in Italia ha organizzato una raccolta firme a favore dell’iniziativa popolare presso lo stand di “Mediterranean Hope”, presente a Torre Pellice in occasione del Sinodo delle chiese metodiste e valdesi

0
1006
Lo stand di Mediterranean Hope presso il Sinodo di Torre Pellice (TO)

Torre Pellice (NEV), 22 agosto 2017 – “Ero straniero, l’umanità che fa bene”: la Campagna che affianca una legge di iniziativa popolare tesa al “superamento della legge Bossi-Fini”, vede la convinta adesione della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI): “Si tratta di raccogliere la sfida dell’immigrazione vista non come una minaccia ma come una ricchezza, puntando su accoglienza, lavoro e inclusione”, ha dichiarato il presidente della FCEI, pastore Luca Maria Negro. La campagna, aperta ufficialmente lo scorso aprile con una conferenza stampa al Senato, intende promuovere una legge popolare con alcuni punti cardine, tra cui: l’introduzione di canali diversificati di ingresso per lavoro; forme di regolarizzazione di stranieri già radicati sul territorio; misure di inclusione sociale e lavorativa per richiedenti asilo e rifugiati; partecipazione alla vita democratica; abolizione del reato di clandestinità.

In occasione del Sinodo delle chiese metodiste e valdesi in corso a Torre Pellice (TO), presso la stand del progetto per le migrazioni della FCEI “Mediterranean Hope”, è stata organizzata la raccolta firme per l’iniziativa popolare.

Per approfondimenti: https://www.facebook.com/lumanitachefabene/