Le chiese dell’Europa meridionale appartenenti alla KEK si incontrano in Grecia

Dal 4 al 6 ottobre presso l’Accademia di studi teologici di Volos, una consultazione in vista della XV assemblea della Conferenza delle chiese europee (KEK) in programma a Novi Sad (Serbia) nel 2018

0
197
Panorama di Volos

Roma (NEV), 26 settembre 2017 – Si terrà dal 4 al 6 ottobre prossimi, presso l’Accademia di studi teologici di Volos (Grecia), la Consultazione delle chiese e organizzazioni partner della Conferenza delle chiese europee (KEK) dell’Europa del sud. Si tratta del terzo incontro di preparazione alla XV Assemblea della KEK che si terrà nel 2018 a Novi Sad (Serbia).

La Consultazione si aprirà con i saluti del vescovo anglicano Christopher Hill, presidente della KEK, del metropolita Ignatius della chiesa ortodossa greca, e del pastore Meletis Meletiadis della Chiesa evangelica in Grecia.

I lavori prenderanno spunto dalla lettera aperta ‘Il futuro dell’Europa’, inviata dalla KEK alle chiese membro nel giugno 2016 e che affronta temi quali: il ruolo delle chiese nella costruzione europea, quali valori condivisi per il continente, la questione migratoria, l’euroscetticismo. La crisi economica, l’Europa come casa comune.

“L’incontro intende sviluppare e ampliare questi contenuti dal punto di vista delle chiese dell’Europa meridionale, secondo due direttrici: una più teologica e un’altra orientata a questioni socio-politiche”, ha spiegato il segretario generale della KEK, il padre ortodosso Heikki Huttunen.

Lo stesso Huttunen chiuderà i lavori con una informativa sulla prossima Assemblea della KEK. Alla consultazione parteciperà dall’Italia Claudio Paravati, membro del Comitato permanente dell’Opera per le chiese evangeliche metodiste in Italia (OPCEMI).

Prima della Consultazione di Volos, si sono tenuti due altri incontri preassembleari: a Reykjavik (Islanda, 17-18 marzo) per il Nord Europa e il Baltico, e a Edimburgo (Regno Unito, 3-4 aprile) per le isole britanniche. La prossima consultazione è prevista a Praga dal 30 novembre al 1° dicembre a Praga (Repubblica ceca) per l’Europa centrale e orientale.