Oltre il terremoto. Inaugurato a Muccia “L’Angolo dei Bambini”

Un nuovo spazio ricreativo è stato realizzato grazie alla Diaconia Austria, in solidarietà alle popolazioni terremotate.  L’augurio del presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia pastore Luca Maria Negro: “un nuovo anno all’insegna della solidarietà e della ricostruzione”

0
837

Roma (NEV), 8 gennaio 2018 – È stato inaugurato il 4 gennaio scorso il nuovo spazio ricreativo “L’Angolo dei Bambini” a Muccia, in provincia di Macerata, comune colpito dal terremoto dell’agosto 2016 in Centro Italia.

Il presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI), pastore Luca Maria Negro, ha inviato un messaggio di augurio per “un nuovo anno all’insegna della solidarietà e della ricostruzione. Desidero ricordare che la realizzazione della struttura di Muccia è stata resa possibile nell’ambito delle iniziative lanciate dalla FCEI in solidarietà con le popolazioni terremotate, e particolarmente grazie al contributo internazionale di una ‘chiesa sorella’ della FCEI: la Chiesa Evangelica in Austria, tramite la sua organizzazione sociale ‘Diaconia Austria’ – ha dichiarato Negro – e specificamente il suo ufficio per i soccorsi in caso di catastrofi naturali, ‘Diakonie Katastrophenhilfe’”.

Presenti all’inaugurazione, fra gli altri, il pastore battista Amado Luis Giuliani, di Tolentino, in rappresentanza della FCEI, il sindaco di Muccia Mario Baroni e il Maestro Maurizio Maffezzoli, musicista e organista muccese, da cui è nata l’idea di realizzare l’“Angolo dei bambini”. Il centro ricreativo polifunzionale consta di 110 mq. e per la sua dotazione interna di arredi e strumenti musicali ha visto anche la collaborazione di privati cittadini, enti pubblici e associazioni. La Diakonia Austria ha coperto interamente l’acquisto della struttura e il montaggio.

Nell’ambito della raccolta fondi avviata ad agosto 2016, la FCEI ha realizzato numerosi interventi mirati, a favore delle popolazioni terremotate, inaugurando fra l’altro una sala mensa presso la scuola Arcobaleno a Passo di Treia e provvedendo all’acquisto di attrezzature e materiali fra cui il pulmino ad Arquata del Tronto.