“Dacci oggi anche il pane di ieri”. Il ricettario per non sprecare il pane secco

Le ricette di Clara Manfredi, a cura della Commissione globalizzazione e ambiente, è ora scaricabile dal sito www.fcei.it

0
372

Roma (NEV), 14 marzo 2018 – Dai crostini alla fettunta, dalle zuppe ai biscotti, dalle polpette ai polpettoni, dai pandolci fino ai sorbetti, insomma dagli antipasti ai dolci, sono 28 le ricette con il pane secco con le quali è possibile cimentarsi grazie al ricettario ora disponibile sul sito della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI).

La pubblicazione, curata dalla Commissione globalizzazione e ambiente (GLAM) della FCEI e distribuita gratuitamente con licenza creative commons, è corredata tra l’altro di menu completi e tabelle sui nutrienti e apporti calorici di alcuni alimenti, fra cui frutta e verdura.

“Ogni giorno in Italia si producono 72mila quintali di pane. Se ne buttano via, ogni giorno, 13mila quintali pari al 18%, a cui sommare il 36% dei prodotti freschi acquistati e buttati” scrive nell’introduzione Antonella Visintin Rotigni, che ha curato anche il capitolo sul quadro legislativo contro lo spreco.

Un ricettario, quindi, ma anche una guida al consumo responsabile, all’approfondimento su un’alimentazione sana e compatibile, con un approccio anche spirituale. A pagina 8, infatti, si trova il sermone a cura della pastora valdese Laura Testa, che ricorda: “Il pane è il cibo di base nella dieta mediterranea, e ai tempi di Gesù era probabilmente il cibo più nutriente che mangiavano quotidianamente. Quando Gesù afferma di essere il pane della vita, afferma di essere l’elemento principale di quel pasto quotidiano che facciamo nella fede”.

Le ricette sono di Clara Manfredi; valdese di Milano, esperta di cucina e ristorazione, formatrice e cuoca per vocazione, ha prestato la sua opera dalla casa valdese di Roma e alla direzione dell’Istituto Ferretti di Firenze.