Tra Francesco d’Assisi e Martin Lutero: al via il Sinodo della Chiesa luterana in Italia

Si è aperto ieri a Roma il Sinodo della Chiesa evangelica luterana in Italia con l'ordinazione al pastorato di Georg Reider, ex francescano e sacerdote cattolico. "Nella mia biografia spirituale ho incontrato due costruttori di chiesa: Francesco d’Assisi e Martin Lutero", le parole del neo pastore

0
575
sdr

Roma (NEV), 29 aprile 2018 – Si è aperta ieri pomeriggio a Roma la III seduta del XXII Sinodo della Chiesa evangelica luterana in Italia (CELI). Una cinquantina tra pastori e rappresentanti delle chiese locali, oltre a numerosi ospiti italiani e stranieri, hanno partecipato, presso la cappella di Villa Aurelia (via Leone XIII 459), al culto inaugurale, durante il quale è stato ordinato un nuovo pastore, Georg Reider.

Il pastore Georg Reider

62anni, appartenente alla Comunità luterana di Bolzano, fondatore del Zentrum Tau per l’accompagnamento e la formazione psicologica e spirituale, Reider è stato consacrato al “ministero della predicazione pubblica dell’evangelo in parola e sacramenti” della CELI dopo un lungo percorso personale: per ben 33 anni ha vestito il saio francescano e per 27 è stato sacerdote cattolico, prima di aderire alla chiesa luterana nel 2011.

“Nella mia biografia spirituale ho incontrato due costruttori di chiesa: Francesco d’Assisi e Martin Lutero. Entrambi hanno servito il Vangelo a modo loro e possono arricchire la Chiesa di oggi”, ha spiegato Reider ai sinodali durante il culto di ordinazione, presentando la sua scelta non come una frattura ma come un cammino.

Un momento della liturgia di ordinazione. Al centro, G. Reider e H. Bludau

La dimensione fraterna ed ecumenica del culto, presieduto dal decano della CELI, pastore Heiner Bludau, è stata evidenziata dalla presenza di don Mario Gretter, incaricato per l’ecumenismo della Diocesi di Bolzano-Bressanone, che ha portato il suo saluto e augurio al neo pastore.

Inoltre, è stata utilizzata una liturgia pensata dalle chiese luterane tedesche per l’ordinazione di ex sacerdote cattolico. In base ad essa, al futuro pastore, facendo riferimento alla sua ordinazione precedente, vengono ricordati gli elementi comuni al ministero sacerdotale cattolico e a quello pastorale evangelico, per poi raccogliere il suo impegno a vivere la sua vocazione nella comprensione luterana della fede cristiana.

Dopo il culto i lavori del Sinodo, presieduti da Georg Schedereit, sono proseguiti con la relazione del decano Bludau. Oggi proseguiranno con i rapporti delle diverse Commissioni della chiesa, nel pomeriggio, in gruppi di lavoro.