Summit Stati Uniti/Nord Corea. Tveit (CEC): primo passo per un futuro di pace

All’indomani dello storico incontro fra Donald Trump e Kim Jong-un, il Consiglio ecumenico delle chiese chiede la sospensione delle esercitazioni militari USA/Corea del Sud e stop alle sanzioni. Annunciata la presenza di una delegazione di chiese nordcoreane per la #PapalVisit del 21 giugno a Ginevra

0
375
Immagine tratta da http://blog.oikoumene.org/posts/a-pilgrimage-of-justice-and-peace-in-korea-exodus-from-division-and-nuclear-threats

Roma (NEV), 13 giugno 2018 – “Un importante primo passo è stato compiuto sul cammino di un futuro più pacifico e sicuro nella regione”, così ha dichiarato all’indomani del summit fra Stati Uniti e Repubblica democratica popolare di Corea (DPRK) il segretario generale del Consiglio ecumenico delle chiese (CEC), Olav Fykse Tveit. “Invitiamo i leader di entrambe le nazioni a rimanere impegnati nel cammino del dialogo per la pace e a resistere agli impulsi di tornare alla passata retorica del conflitto”, ha continuato Tveit indirizzandosi a Donald Trump e Kim Jong-un.

La Corea del Nord ha confermato l’impegno preso con la dichiarazione di Panmunjom del 27 aprile 2018 per la denuclearizzazione della penisola. “Il CEC continuerà i suoi sforzi con e attraverso le chiese di Stati Uniti, Corea del Nord e Corea del Sud per costruire ponti di fiducia e comprensione reciproca tra i popoli dei tre paesi e per aiutare a superare gli schemi fissi di decenni di tensione, ostilità e isolamento. Chiediamo la sospensione delle esercitazioni militari USA-Corea del Sud e la riduzione delle sanzioni contro la Corea del Nord, chiediamo una dichiarazione formale della fine della guerra di Corea e l’inizio di un trattato di pace per sostituire l’accordo di armistizio del 1953″ ha concluso Tveit, evidenziando che l’impegno per la denuclearizzazione della penisola coreana darà impulso agli sforzi globali di disarmo nucleare.

Una delegazione delle chiese presbiteriane nord-coreane sarà presente al Comitato centrale del CEC (15-20 giugno) e in occasione della visita di papa Francesco a Ginevra (Svizzera) del 21 giugno, ha preannunciato Marianne Ejdersten, direttrice della comunicazione del CEC, all’Agenzia stampa NEV ai margini della conferenza stampa di ieri a Roma per la presentazione del programma della #PapalVisit.