Luterani. In Brasile per costruire la pace

Dal 17 al 21 settembre a São Leopoldo si tiene il seminario internazionale sulla gestione e risoluzione dei conflitti e sulla costruzione della pace

0
250
Conferenza sulla leadership delle chiese membro della Federazione luterana mondiale (FLM) di Nord America, America Latina e Caraibi. Foto Eugenio Albrecht/FLM

Roma (NEV), 13 settembre 2018 – “Questo seminario risponde alla preoccupazione per le crescenti tensioni e polarizzazioni che negli ultimi anni stanno caratterizzando le relazioni in vari paesi e hanno influenzato le organizzazioni a diversi livelli” si legge nella presentazione del convegno promosso dalla Federazione luterana mondiale (FLM) che inizierà lunedì 17 settembre in Brasile, nello stato del Rio Grande do Sul, che prosegue: “L’insuccesso collettivo nella risoluzione dei conflitti dà spesso vita a nuove minacce che ostacolano le relazioni e incrinano la fiducia. La paura porta a rischiose divisioni e le pratiche demagogiche fanno la loro parte. Le chiese luterane sono dotate di una comprensione teologica sulla gestione dei conflitti, la riconciliazione e la costruzione della pace e contano sulle risorse delle persone per la trasformazione all’interno della chiesa e della società”.

Con questa premessa, il convegno cercherà quindi di comprendere gli aspetti teologici del conflitto e della riconciliazione, costruire competenze e condividere strumenti di prevenzione/gestione dei conflitti a uso dei leader religiosi e delle chiese. Parole chiave del seminario: costruzione di pace, risoluzione dei conflitti, trasformazione dei conflitti, reti di mediazione.

I lavori, che si concluderanno il 21 settembre, si terranno nella Casa Matriz de Diaconisas a São Leopoldo, istituto fondato nel 1939 per la salute e l’educazione infantile, oggi centro di comunione e sede della Sorellanza evangelica luterana, che aderisce alla Chiesa evangelica luterana in Brasile (IECLB).