Terrorismo. Religions for Peace: no alla religione distorta dalla violenza

Roma (NEV), 6 luglio 2016 – In risposta ai tragici attentati terroristici che a distanza di poche ore hanno colpito Daqqa e Baghdad, William Vendley, segretario generale di Religions for Peace, organizzazione interreligiosa mondiale impegnata nella promozione della pace tra nazioni e credenti di diverse fedi, ha diramato un comunicato di cordoglio e solidarietà planetaria: “In rappresentanza di tutte le maggiori tradizioni religiose e di tutte le regioni del mondo, rivolgiamo pensieri accorati e preghiere solidali a tutte le recenti vittime dei cruenti e insensati attacchi terroristici che hanno colpito i civili di Bangladesh, Iraq, Arabia Saudita, Turchia e altri paesi. Ci colpisce indicibilmente ogni volta che la religione viene distorta a giustificazione della violenza”. L’impegno di Religions for Peace, ha ribadito il segretario Vendley, sarà quello di moltiplicare gli sforzi per combattere “l’utilizzo abusivo” della religione a supporto di azioni che non le sono proprie.