Prima fu la volta dei migranti

Appuntamento online domani, 17 giugno, alle 17:30, verso la Giornata internazionale del rifugiato

Roma (NEV), 16 giugno 2021 – “Prima fu la volta dei migranti”è il titolo dello spettacolo-inchiesta “sull’Europa dei muri” portato in scena Almateatro per far conoscere le politiche europee in materia di migrazioni e asilo.

Partendo da questa rappresentazione sono nati i tre incontri organizzati dal settimanale Riforma, dal Circolo Articolo 21 Piemonte e da Almateatro.

L’ultimo incontro si terrà domani, giovedì 17 giugno alle 17.30, in vista della Giornata internazionale del rifugiato del 20 giugno. L’appuntamento sarà dedicato “all’arte come baluardo dei diritti e dell’impegno civile: Europa e migrazioni” insieme allo scrittore Erri De Luca, alla portavoce nazionale di Articolo 21 Elisa Marincola, all’attore e musicista Moni Ovadia, alle attrici Lella Costa, Roberta Biagiarellie Elena Ruzza, al disegnatore e operatore di Mediterranean Hope, programma migranti e rifugiati della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei) Francesco Piobbichi e al fotografo Francesco Malavolta.

L’incontro sarà moderato da Gian Mario Gillio, giornalista di Riforma/Agenzia stampa Nev e portavoce del Circolo Articolo 21 Piemonte. La diretta online sarà disponibile in chiaro e senza iscrizioni sulle pagine Facebook dei promotori.

I primi due incontri si sono svolti il 25 febbraio (“La politica migratoria europea nell’informazione”) con Paola Barretta, Federico Faloppa, Nello Scavo, Davide Rigallo, autore del testo teatrale “Prima fu la volta dei migranti” e Gabriella Bordin, presidente di Almateatro e Ottavia Piccolo, e l’8 aprile, dedicato alle politiche migratorie europee, animato da Elly Schlein, con Angela Caponnetto, Gherardo Colombo, Paolo Naso, Mauro Biani e Suad Omar.