Sinodo luterano 2022, “la pace non si fa con le armi, si fa con l’amore”

Intervista con il presidente del Sinodo della Chiesa luterana in Italia, Wolfgang Prader, da Bolzano, nella seconda giornata dell'evento in corso a Roma.

Roma (NEV), 29 aprile 2022 – Dal greco antico sýnodos, composto da syn, cioè insieme, in tedesco miteinander e odos, il cammino, il sentiero. E nel mezzo di questo cammino insieme, quello dei sinodali, abbiamo incontrato Wolfgang Prader, presidente del Sinodo della Chiesa luterana in Italia, attualmente in corso a Roma, che proprio ieri, dopo il culto di  apertura, ha citato l’etimologia di questo termine, rivolgendosi all’assemblea riunita presso Villa Aurelia.

Qual è oggi il cammino da percorrere insieme?

“Significa trovare soluzioni e risposte sui temi che attualmente ci premono di più: l’ambiente, la Diaconia, i giovani. Ed è insieme che su queste istanze – ce ne sono tantissime – che dobbiamo interrogarci e cercare risposte, come luterani, tutti insieme ma anche come protestanti, sempre insieme”.

Come stanno andando i lavori del Sinodo?

“Molto bene, siamo davvero contenti e soddisfatti. Tutti gli ospiti e i relatori che ci sono venuti a trovare hanno sottolineato come sia bello e importante ritrovarsi finalmente in presenza. E il tema scelto quest’anno “Libertà e responsabilità” è stato molto condiviso”.

Qual è la sfida più importante per la chiesa luterana in Italia?

“Come tante chiese, abbiamo risentito durante la pandemia del calo della presenza, della partecipazione fisica e in presenza, delle persone in chiesa. E ci mancano anche i giovani: dobbiamo riuscire a riportarli in chiesa, a riportare le famiglie, le persone a frequentare le chiese”.

Ieri nel suo intervento ha detto molto chiaramente che “l’Europa ha bisogno di pace”. Qual è il messaggio di questo Sinodo rispetto alle guerra in Ucraina?

“Dal profondo del cuore credo che ci serve la pace, dappertutto. La pace non si raggiunge aumentando le armi o fornendo armi ancora più forti. La pace non si fa con le armi, si fa con l’amore.”