A Roma tre convegni internazionali sul Cinquecentenario della Riforma

0
415

Roma (NEV), 27 settembre 2017 – Il mese di ottobre vedrà la Facoltà valdese di teologia impegnata in tre convegni di taglio ecumenico, legati al Cinquecentenario della Riforma protestante. Si tratta di tre iniziative promosse da altri istituti a cui l’ateneo valdese si è associato nella fase di progettazione e programmazione. Come si legge sul sito della Facoltà valdese “i convegni rappresentano per alcuni aspetti un vertice delle iniziative del 2017, ma anche un punto di partenza nella ricerca comune”.

Il primo convegno, in programma a Roma dal 3 al 6 ottobre, consiste nel XXI Simposio internazionale mariologico che quest’anno la Pontificia Facoltà teologica “Marianum” organizza insieme alla Facoltà valdese sul tema “500 anni di storia e fede del protestantesimo: quale eredità riguardo alla madre di Gesù?”. I tre giorni di lavoro si propongono di approfondire, al di là dei luoghi comuni, i contenuti dottrinali e di fede oggetto di dibattito e dialogo tra protestantesimo e cattolicesimo afferenti alla figura di Maria, madre del Signore. La prima sessione inizierà alle 9 del mercoledì, con un intervento di Lothar Vogel, docente di Storia del cristianesimo alla Facoltà valdese, sul tema che dà il titolo al convegno. Sede degli incontri sarà l’istituto Marianum, viale XXX Aprile 6.

La Facoltà di sacra teologia della Pontificia Università Lateranense propone “Passione per Dio. Spiritualità e teologia della Riforma a cinquecento anni dal suo albeggiare”, convegno internazionale che avrà luogo presso l’ateneo cattolico romano il 18 e 19 ottobre. Il simposio si propone di indagare e proporre i risultati del lavoro di ricerca di biblisti, storici e teologi cattolici ed evangelici sul tema della spiritualità della Riforma. Tra i relatori, Stefano Cavallotto, docente all’Università Tor Vergata; Fulvio Ferrario, decano della Facoltà valdese; Angelo Maffeis, Facoltà teologica dell’Italia settentrionale; Daniel Marguerat, Università di Losanna.

Infine, il Dipartimento di Storia, Culture, Religioni dell’Università La Sapienza, il Pontificio ateneo Sant’Anselmo e la Facoltà valdese organizzano a Roma, dal 25 al 27 ottobre, “Riforma/Riforme: continuità o discontinuità? Sacramenti, pratiche spirituali e liturgia fra il 1450 e il 1600”. La giornata del 25 avrà luogo presso la sala Odeion della Sapienza e affronterà i temi generali “Riforma e liturgia: una cesura?” e “Il Libro / i libri: liturgia e esegesi”; gli incontri del 26 si terranno a Sant’Anselmo e esploreranno i temi “Confessionalità e sacramenti” e “Il rinnovamento della vita monastica”. Infine, il 27 alla Facoltà valdese si parlerà de “Il vissuto dell’esperienza di Dio”.